La pirateria on-line è davvero dannosa?

Ah, se tutti i pirati fossero così :-pE’ il dubbio espresso nell’articolo di Alessandra Carboni, pubblicato sul Corriere un paio di giorni fa. Un articolo che torna a stuzzicare molti lettori, secondo il quale potrebbero esserci delle infondatezze nelle cifre fornite dalle major cinematografiche e discografiche a sostegno dei presunti danni che la diffusione di materiale protetto da copyright causa al mercato musicale e filmografico. Intendiamoci, non è la prima volta che se ne parla: un paio di mesi fa ci ha provato Antonio Dini su Macity, ispirandosi a un articolo di Ars Technica che risale addirittura a marzo di quest’anno.
A dire il vero questo dubbio ce l’avevamo già in molti, visto che bene o male tutti acquistiamo DVD e CD originali anche se può capitare di scaricare un film o un brano musicale da Internet, così come acquistavamo dischi di vinile e musicassette oppure film in VHS quando registravamo le canzoni dalla radio o i film dalla TV con il videoregistratore.
Allora, però, nessuno gridava allo scandalo e si ricopriva il capo di cenere, il mercato era florido, tutti erano felici.
Qualcuno ha fatto un po’ di calcoli per analizzare la crescita nella produzione di titoli lungo gli anni? Forse il portafogli dei consumatori si espande allo stesso ritmo della produzione cinematografica e musicale (dove l’aumento di quantità è inversamente proporzionale a quello della qualità, tra l’altro)? Oppure qualcun altro ha analizzato il rapporto fra aumento della disponibilità di film sui canali satellitari e diminuzione del noleggio video o dell’acquisto di DVD?
Leggi tutto “La pirateria on-line è davvero dannosa?”

Altoparlanti flessibili da Mirae Plasma

Un esempio di altoparlanti Mirae PlasmaL’azienda coreana Mirae Plasma sta incuriosendo piu’ di un audiofilo con il suo nuovo prodotto MP-C100, un set di altoparlanti realizzati su materiale flessibile e trasparente, sul quale e’ possibile anche imprimere delle immagini. Gli altoparlanti possono essere arrotolati e funzionare anche da microfoni, possono assumere varie forme e il loro suono si diffonde a 360 gradi. La cosa piu’ assurda, tuttavia, e’ che sono piu’ facili da produrre di quelli tradizionali, e che a un prezzo minore offrono un audio migliore. E poi, vogliamo mettere l’estetica?