Il cane in calore… USB

Dopo un post serioso e deprimente come quello che precede, credo sia ora di sorridere un po’, e quale migliore occasione di un bel filmato YouTube in cui ammirare uno dei gadget più inutili e divertenti mai partoriti dalla mente umana? Certo, avessero incorporato una memoria tipo pendrive (usando magari il movimento del cane per segnalare la lettura/scrittura al posto del solito LED) avrebbe venduto sicuramente di più, ma ci scommetterei che anche così venderà parecchio… e chissà quante batterie di notebook consumerà per il suo ludibrio elettromeccanico! 🙂
PS Notate la finezza dell’effetto ‘censura’… questo YouTuber è un genio!

Tecnologia e stress – connubio inevitabile?

Stress da tecnologiaQuesto potrebbe essere il primo di una serie di post dal tono e dal sapore ‘luddista’, visto che comincio a sopportare sempre meno i problemi intrinseci nell’utilizzo di prodotti tecnologici e il ‘problem solving’ fine a se stesso che questi ultimi sembrano stimolare quotidianamente.
In ogni caso mi sembra che sia doveroso segnalare certi potenziali problemi a chi sta per avventurarsi sugli stessi sentieri e, magari con un colpo di fortuna, giunge su queste pagine Web seguendo una ricerca sul prodotto in questione: il router Cisco 803 ISDN (della famosa Serie 800).
Leggi tutto

Altoparlanti flessibili da Mirae Plasma

Un esempio di altoparlanti Mirae PlasmaL’azienda coreana Mirae Plasma sta incuriosendo piu’ di un audiofilo con il suo nuovo prodotto MP-C100, un set di altoparlanti realizzati su materiale flessibile e trasparente, sul quale e’ possibile anche imprimere delle immagini. Gli altoparlanti possono essere arrotolati e funzionare anche da microfoni, possono assumere varie forme e il loro suono si diffonde a 360 gradi. La cosa piu’ assurda, tuttavia, e’ che sono piu’ facili da produrre di quelli tradizionali, e che a un prezzo minore offrono un audio migliore. E poi, vogliamo mettere l’estetica?

Dove mi trovo?

Ecco dove dovrei trovarmi secondo ip-adressSe dovessi attenermi a quanto mi riferisce il sito di IP-adress (non è un errore, la D è proprio una) basandosi sulle mappe di Google, il piccolo villaggio di provincia in cui vivo (Centola) non esiste, o quantomeno il mio indirizzo IP indicherebbe tutt’altra località. Per motivi di tranquillità e stabilità della connessione sono collegato alla Rete con Telecom ma anche con Tiscali (come dice Paul Emical* un po’ di sana paranoia non guasta mai), quindi posso basarmi su due indirizzi IP diversi, e di conseguenza… scegliere fra San Cipriano Picentino (vedi foto) e Montefalcione! A parte il fatto che non conosco nessuna delle due località, ma Centola (o almeno Palinuro!) dov’è finito? E io dove sono? E voi, siete sicuri di trovarvi nel posto che pensavate? 🙂